La Nascita

nascita

L’evento della Nascita è l’atto conclusivo di un viaggio iniziato molti mesi prima. Il nostro percorso di avvicinamento a questo piano dell’esistenza però va ben oltre i nove mesi della gestazione. Vi sono un tempo e un luogo anche prima del concepimento e la modalità con la quale entriamo a questo mondo lascia dentro di noi un’impronta, l’Impronta di Nascita.
Comprendere la nostra Nascita ci permette di capire il ripetersi di alcuni nostri atteggiamenti. Sapere che vi è un Patto tra i genitori e il figlio aiuta a sviluppare uno sguardo diverso sul significato del diventare madre e padre e dell’essere, a nostra volta, figli. Conoscere il processo dell’incarnazione e i motivi per i quali torniamo permette di affrontare con maggiore consapevolezza le fasi che accompagnano l’arrivo di un bambino e ci porta a considerare il ritorno alla Terra come una scelta della nostra Anima.

Argomenti che verranno trattati:
– la Nascita come scelta consapevole di tornare a questo mondo;
– i motivi per i quali decidiamo di reincarnarci;
– il processo di incarnazione;
– le modalità attraverso le quali nasciamo e loro conseguenze;
– il concepimento come evento non casuale;
– l’aborto, spontaneo o terapeutico, e come renderlo meno traumatico.
 

Il bisogno di nascere sulla Terra si spiega anche in questo modo: c’è una forza viscerale che viene a cercarci anche negli angoli più nascosti del mondo in cui abbiamo trovato un certo equilibrio. Vorrei che gli uomini sapessero che questa forza non è ovviamente esterna ad essi; più nessuno dichiari dunque con rabbia “non l’ho chiesto io, di nascere”… Come se un fiore si rivoltasse contro il fatto di schiudersi sotto il raggio del mattino…!

(dal libro: I nove scalini, di Anne e Daniel Meurois-Givaudan, trad. Daniela Muggia, Ed. Amrita, anno 1991)